Video Horror Story: 3 di Britney Spears è un mistero ora risolto

I retroscena sul discusso video della Spears

image_pdfimage_print

3 di Britney Spears entra nella galleria degli orrori di tutti i tempi

Puntuale come un orologio svizzero arriva il momento in cui in ogni video di Britney Spears viene sponsorizzato un prodotto a caso della sua linea di cosmetici o lingerie. Se in alcuni video è toccato ai lucidalabbra a sfera oggi è il turno del profumo che la bella Britney sfoggia in apertura di video, perché come direbbe Tina Cipollari:

Risultati immagini per tina business gif

Questo video vi porterà a rivivere una delle pagine più confuse della carriera di Britney Spears in un video allucinante tra il buffo e l’inquietante, a metà strada tra un colossal con protagonista Lino Banfi e una commedia all’italiana diretta da Steven Spielberg. Pronti via e dopo la consueta seduta di make up vediamo sfilare una presunta Britney Spears (dato che non ci è concesso vedere il viso) in comode pantofole da casa:

Le comode pantofole in cellulosa che Britney Spears indossa in casa

Britney Spears ha da sempre ammesso di amare l’Italia ed infatti è proprio per girare alcune scene di questo “prezioso” video che la cantante ha deciso di venire in Ottobre nel bel mezzo della ValPadana, a Reggio Emilia. Avrebbe anche dichiarato “nebbia mi piaci, io sempre di nebbia America, di smog de fumo di yellow cabs. In Italia voi di nebbia di umido aria mi piacci Italia”.

Britney Spears avvolta dalla fitta nebbia della ValPadana in Ottobre

Nel corso degli anni Britney Spears ci ha abituati anche a conoscere il suo lato più umano, che emerge ad esempio nel suo amore sconfinato per gli animali, ed i cani in particolar modo. Sembra proprio che non abbia voluto assolutamente che si utilizzassero animali per girare il video di “3” e quindi avrebbe chiesto direttamente ad alcune ballerine del suo corpo di ballo di sostituire i macachi che invece erano stati inizialmente previsti per le scene di arrampicata e sospensione sui pali.

Britney Spears circondata da due ballerine molto simili a Nicki Minaj che sostituiscono egregiamente i macachi inizialmente previsti per le riprese del video di “3”

Dato che la trasferta in Italia soltanto per girare una scena non era sembrata cosa conveniente né particolarmente intelligente, la Spears avrebbe chiesto alla produzione di poter girare alcune scene di “3” anche in provincia di Rovigo, dove la nebbia è di casa, presa però ad un certo punto dal panico, la cantante avrebbe tirato un bestemmione chiedendo di essere ricondotta al più vicino aeroporto, qui di seguito la scena in cui intima a tutti di fermarsi con le riprese perché inizia a manifestare i primi segni della polmonite.

La Spears visibilmente provata chiede di esser portata via da Rovigo per raggiungere il più vicino aeroporto

Dovendo girare molte scene in molti luoghi diversi del mondo Britney Spears non ha avuto molto tempo per dedicarsi al trucco e parrucco, così ne è uscita una capigliatura al limite dell’illegale con ciocche tagliate random a minare l’equilibrio psico-emotivo del pubblico a casa.

Britney col taglio che in molti esperti hanno definito “alla cassò de can”

In esclusiva per la Gazzella abbiamo anche una foto del parrucchiere responsabile del taglio:

Si sa che il tanto movimento aiuta la peristalsi ed ecco che allora dopo tanto dimenarsi anche la nostra Britney risente della pasta e fagioli mangiata a Reggio Emilia ed improvvisamente le scappa una puzza durante le riprese. In esclusiva mondiale il fotogramma in cui tenta di trattenerla.

Britney Spears è una donna impegnata anche nel mondo dell’istruzione e ha rivelato recentemente di non aver mai smesso di studiare “Mi piacci di studiare di tera mondiale, io scuola di tera di mondo sempre mi piacci di parlare di tera di studiare”. In questa immagine del video ad esempio si dice stesse parlando di alcuni punti a suo dire “deboli” della teoria della relatività formulata da Einstein.

Alla prossima con il prossimo Horror Video e W Britney Spears! 🙂

Fonte immagini: www.youtube.com
Tutte le notizie contenute in questo articolo sono da considerarsi puro frutto  della fantasia dell’autore o degli autori, non corrispondono al vero, e qualunque riferimento a fatti, cose o persone è puramente casuale. In alcun modo si intende descrivere abitudini o consuetudini dei personaggi citati ai fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini utilizzate sono di pubblico dominio e non coperte da diritti di proprietà intellettuale.

 

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: