Anziano scorreggia, caos targhe alterne a Torino

L'incredibile vicenda nel capoluogo Piemontese

image_pdfimage_print

Torino, caos targhe alterne per una scorreggia

Negli ultimi giorni Torino è diventata suo malgrado capitale dello smog in Italia. Lo scarso ricircolo delle masse d’aria, la configurazione e localizzazione geografica ai piedi delle Alpi che frenano i venti, la mancanza di politiche ecologiche efficienti a livello nazionale hanno contribuito a rendere piuttosto instabili le cose nel capoluogo Piemontese.

Costretti a proclamare il blocco per le automobili diesel, al Comune di Torino devono aver tirato letteralmente un sospiro di sollievo quando la scorsa settimana una veloce precipitazione ha portato le attesissime piogge che se non altro hanno ripulito l’aria da un po’ d’inquinamento e placato la sete di un nord a secco da piogge di una certa portata oramai da mesi.

Tutto ci saremmo potuti aspettare a Torino, ma non certamente quello che è accaduto ieri, quando PierPaolo R. (nome di fantasia per non intaccare la dignità di ferro di un allegro signore sull’ottantina), in seguito alla caduta del cellulare, uno star tac fuori produzione da 12 anni, nel chinarsi per raccoglierlo ha rilasciato l’onda gassosa anomala. Subito le sensibilissime colonnine che rilevano la presenza di inquinanti hanno segnalato la presenza di grossi quantitativi di aria fetida nell’aria ed in pochi minuti l’intera città ha dovuto barricarsi in casa o negli uffici, mentre i più temerari indossavano maschere a gas e sfrecciavano sulle biciclette lasciando il centro della città. Per il povero PierPaolo l’onta di esser soprannominato scorreggione a vita ed il divieto categorico di cibarsi ancora di fagioli e patate vita natural durante.

 

 

Tutte le notizie contenute in questo articolo sono da considerarsi puro frutto della fantasia dell’autore o degli autori, non corrispondono al vero, e qualunque riferimento a fatti, cose o persone è puramente casuale. In alcun modo si intende descrivere abitudini o consuetudini dei personaggi citati ai fini dello sfruttamento della relativa immagine. Le immagini utilizzate sono di pubblico dominio e non coperte da diritti di proprietà intellettuale.

 

 

Fonte immagini: www.bioecogeo.com
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: