The Wall: in arrivo il nuovo preserale di Canale 5

image_pdfimage_print

The Wall arriva in Italia: da lunedì 20 novembre alle 18.45 su Canale 5 un nuovo game pieno di emozioni condotto da Gerry Scotti. Grande successo in Francia, Argentina, Regno Unito e in tanti altri paesi.

The Wall: il nuovo preserale di Canale 5 sta per arrivare in Italia.

Da lunedì 20 novembre e fino a domenica 7 gennaio, cinquanta puntate per un gioco imprevedibile in cui a far da padrone saranno le emozioni.

Un muro gigante con una miriade di pioli, in cui scenderanno delle palle che potranno finire in determinati spazi posti in fondo ad esso, e ognuno di questi avrà una somma che i concorrenti potranno vincere o perdere, a seconda delle risposte che daranno.

Un destino che quindi sarà tutto dettato dal caso: infatti ogni puntata non sarà mai uguale all’altra.

Si gioca in coppia, e dopo tre round con domande di cultura generale – due dei quali in cui la coppia sarà separata – si conoscerà l’esito della gara: colpi di scena sempre dietro l’angolo, anche dovuti alla presenza di un ‘contratto’ che il concorrente nella cabina (che non conosce le risposte date dall’altro, e che quindi è ignaro di tutto) potrà decidere se firmare o stracciare.

Ma poi, andando avanti con le puntate, tutti voi capiranno il meccanismo di gioco e si emozioneranno con i partecipanti alla gara.

Lo stesso Gerry Scotti, inizialmente titubante pensando che fosse “un’americanata”, si è dovuto ricredere: il gioco è coinvolgente e siamo sicuri che anche qui da noi in Italia avrà successo.

A margine della conferenza stampa di presentazione del programma Scotti ha anche confessato di voler riportare in televisione vecchi format come La Ruota della Fortuna di Mike Bongiorno o il suo Chi vuol essere Milionario.

Per ora ci accontentiamo di vedere come andrà questo nuovo game.

L’appuntamento è dal 20 novembre, tutti i giorni dal lunedì alla domenica alle 18.45 fino al 7 gennaio.

Foto: Wikipedia

About Andy_Kinesis 104 Articoli

28 anni per gamba, vivo tra qui e là.
Ogni tanto parlo, ogni tanto scrivo, anche se non amo parlare di me.
Da piccolo amavo alla follia i segnali stradali e i trenini, e sognavo di fare l’ingegnere o l’astronauta. Oggi il mio sogno più grande è poter viaggiare senza sosta in giro per l’Italia e per il mondo.

Non toglietemi mai: SUSHI e TRASH!

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: