Black Friday: cos’è e come funziona

image_pdfimage_print

Il termine Black Friday significa “venerdì nero” ed è stato importato direttamente dagli Stati Uniti. Corrisponde al venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento e, come da consuetudine, in quella giornata i negozianti offrono ai clienti dei saldi eccezionali, in vista dello shopping natalizio. Con il Black Friday quindi prende avvio la corsa ai regali di Natale. Tuttavia negli ultimi anni il Black Friday si è allargato, promuovendo offerte speciali e sconti nell’arco di tutta la settimana interessata, non solo la giornata del venerdì.

L’origine del nome rimane incerta. Secondo alcuni farebbe riferimento al colore nero che, negli anni Sessanta, i negozianti utilizzavano per segnare i conti in attivo, mentre l’inchiostro delle penne rosse veniva impiegato per contrassegnare i conti in perdita. Sembra che la prima volta in cui si utilizzò l’espressione Black Friday sia stata nel 1961, quando a Philadelphia il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento fu davvero trafficato. Un’altra teoria che tenta di spiegare il nome Black Friday, infatti, farebbe riferimento alla congestione del traffico nelle strade delle grandi città.

Pur non essendo un giorno festivo, si tratta comunque di un indicatore importante sotto l’aspetto commerciale: mostra infatti la predisposizione della popolazione agli acquisti e la sua capacità di spesa. Un’altra occasione per testarla è il Cyber Monday, cioè il lunedì successivo, durante il quale gli sconti interessano i prodotti elettronici e digitali, quasi esclusivamente online.

Fonte immagini: pixabay.com

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: