I batteri del nostro corpo: quanti ne abbiamo?

Tempo per la lettura: 2 minuti circa

Il nostro corpo è un ricettacolo di migliaia di miliardi di batteri che contribuiscono alla nostra salute e al suo funzionamento, e secondo una stima spesso citata, sarebbero oltre dieci volte di più delle cellule umane.
Un nuovo studio ha messo in discussione questa vecchia credenza, sostenendo che il rapporto tra cellule e microbi si avvicina più a un pareggio. Nella ricerca, alcuni scienziati affermano che nel nostro organismo cellule e microbi sono presenti in un ordine di grandezza simile: circa 30 mila miliardi di cellule in un maschio adulto medio, contro 40 mila miliardi di batteri.

Dove ha preso quindi origine la teoria del rapporto uno a dieci, citata molto spesso in articoli scientifici e pubblicazioni divulgative, compreso National Geographic? Nel 2010, due ricercatori hanno scavato nella letteratura scientifica, scoprendo che quel dato fu presentato per la prima volta dal microbiologo Dwayne Savage in uno studio del 1977. Savage usava un linguaggio probabilistico, ma la sua reputazione era tale che praticamente nessuno osò mettere in dubbio la sua affermazione. A sua volta, lo studioso aveva formulato la sua ipotesi giustapponendo una stima effettuata dall’eccentrico ricercatore T.D. Luckey a un calcolo del numero delle cellule, riportato su molti libri di testo. Poco a poco, quella che era una supposizione ha finito per essere presa alla lettera.
La storia del rapporto uno a dieci ha tutte le caratteristiche di una leggenda metropolitana accademica; sono infatti tanti i ricercatori che trascurano un principio fondamentale della scienza: consultare la bibliografia già esistente.

I due scienziati hanno quindi controllato la stima di Luckey sui batteri. Hanno basato i loro calcoli sul volume medio di un colon maschile (409 millilitri), e il numero di batteri che è presente in un grammo di feci. Quanto al numero delle cellule contenute in un corpo umano, gli autori lo calcolano sulla base delle cellule più comuni, i globuli rossi, arrivando a una stima che concorda a grandi linee con una delle ricerche più autorevoli condotte finora sul tema.
Tutti sanno che contare le cellule del corpo umano è impresa assai ardua. E la stima dei batteri si fonda su una presunta media, senza tener conto delle possibili differenze tra gli individui.

Al di là della sua consistenza numerica, il microbioma resta un elemento fondamentale per la salute umana, benché sottovalutato.

Fonte: .nationalgeographic.it

About Stefano S. 112 Articoli
Mi chiamo Stefano e studio Nutrizione Animale. Mi piacciono la natura, gli animali, la lettura e sognare a occhi aperti.
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: