Sanremo 2018: gli ospiti e i pronostici della finale

Tempo per la lettura: 1 minuti circa

Dopo la quarta serata di ieri, tra duetti e boom di ascolti da far impallidire Sanremo 2017 targato Carlo Conti, stasera verrà decretato il vincitore della 68esima edizione del Festival della canzone italiana.

Tra Noemi denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale e il caso Moro-Meta, Sanremo 2018 è arrivato al gran finale che vedrà trionfare il vincitore di un Festival che mancava poco diventasse a tutti gli effetti un “Baglioni & Friends”, tanto da vedere il presentatore duettare con qualsiasi cosa: io per precauzione ho smesso pure di cantare sotto la doccia per paura di trovarmelo di fianco.

Facendo un giro sul web emergono i nomi dei possibili vincitori, primi fra tutti proprio Fabrizio Moro ed Ermal Meta, in gara con il brano Non Mi Avete Fatto Niente.

Per le altre due posizioni i bookmakers fanno il nome di Ron e de Lo Stato Sociale, rispettivamente in gara con Almeno Pensami e Una Vita in Vacanza.

Piccola variazione per il podio previsto da Watson: l’intelligenza artificiale sviluppata da IBM infatti vede al secondo posto Annalisa con Il Mondo Prima di Te.

Grandi ospiti della serata sono Laura Pausini, che probabilmente canterà il nuovo singolo Non è Detto, Fiorella Mannoia e il trio Pezzali-Nek-Renga, che presenteranno Strada Facendo, primo singolo del loro nuovo album e cover di Claudio Baglioni, cantanta per l’occasione proprio con quest’ultimo.

Calcheranno il palco anche Gigi Proietti e Antonella Clerici, che presenterà dal 16 febbraio Sanremo Young, il nuovo format di RaiUno che vedrà sfidarsi sul piccolo schermo 12 giovanissimi cantanti interpretando le più grandi canzoni della storia del Festival.

E voi invece chi volete che vinche stasera? Diteci la vostra nei commenti!

Image: Rai

About G-Rated 176 Articoli
Classe '89, architetto con le cuffie nelle orecchie, la passione per i dolci e le serie tv. Pigro senza speranza ed inguaribile procrastinatore.
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: