20 album da ascoltare in piena sessione estiva!

Tempo per la lettura: 8 minuti circa

L’estate è alle porte e con lei anche il caldo, la noia e gli esami: ecco 10 album di artisti maschili e 10 album di artiste femminili da ascoltare per rilassarvi, meditare vendetta, scaricare la tensione, piangere pensando al passato, piangere pensando al presente, piangere pensando al futuro, ridere ma anche disperarvi, alzare gli occhi al cielo, concentrarvi, essere ambigui, trovare il coraggio di dichiararvi o la forza di lasciare qualcuno, sbronzarvi, fumare e dormire. So che ne avete bisogno.

Giugno è dietro l’angolo ed io vi vedo. Infastiditi, spossati, umidicci, con la fronte grondante di sudore. In frigorifero solo del ketchup ed uno spicchio d’aglio, sul tavolo una lattina di Sprite accartocciata e gli avanzi del kebab ordinato la sera prima da JustEat, sulla carta di credito un saldo disponibile di 36 centesimi e sul comodino il mastodontico libro di quell’esame che settimana prossima proverete a dare per la terza volta. Ma non disperate, ci siamo passati tutti. La sessione estiva è struggente, ma forse questi 20 album vi potranno aiutare a superarla indenni.

 

Risultati immagini per voicenotes coverRisultati immagini per shawn mendes album cover self titled

VOICENOTES di Charlie Puth e SHAWN MENDES di Shawn Mendes sono praticamente lo stesso album: sound identico, testi identici, due cover pazzesche ma purtroppo ancora nessuna traccia in cui fanno coming out. Charlie, in compenso, oltre a scagliarsi contro l’ex flirt Bella Thorne nella hit Attention, ci delizia con la super catchy Done For Me in collaborazione con Kehlani e con BOY, in cui si lamenta perché la donna con cui va a letto lo sfancula a causa della sua giovane età (o delle sue sopracciglia?). Shawn, invece, oltre allo splendido primo singolo In My Blood, collabora con Julia Michaels in Like To Be You, plagia Love Yourself di Justin Bieber in Because I Had You e ci regala la potentissima Youth assieme a Khalid. Ma il vero pezzo forte del disco è senza dubbio Nervous, che suona precisamente come una canzone di Selena Gomez. Il che forse è già un po’ un coming out.

 

Risultati immagini per COSMOTRONIC

Risultati immagini per OFFBEAT SEM E STENN

Risultati immagini per notti brave carl brave

COSMOTRONIC è quasi meglio del sesso. Da L’amore a Animali, fino a Quando Ho Incontrato Te, il terzo album da solista di Cosmo trasmette la sensazione più vicina ad un orgasmo che il mio apparato uditivo abbia mai avuto l’opportunità di provare. Già un pilastro della musica elettronica italiana, genere tendenzialmente sottovalutato, che attraverso il cantautore di Ivrea s’inebria di una delicatezza inconsueta, trapassandoti il petto e attorcigliandoti lo stomaco. Qualcosa di simile ci viene offerta anche da OFFBEAT, il gioiellino partorito da Sem&Stènn in seguito alla loro esperienza ad X Factor. Meno matura ma molto più sregolata, la simpatica coppia di fidanzati unisce l’ossessione per la trasgressione e l’amore per il trash in un disco vigoroso, quasi violento. Ma permettetemi di ammorbidire un po’ i toni e consigliarvi anche l’ultimo lavoro di Carl Brave, NOTTI BRAVE. Se pensate di trovarvi qualcosa di diverso rispetto al precedente album Polaroid, inciso in collaborazione con Franco 126, vi sbagliate di grosso: i pezzi sono indistinguibili l’uno dall’altro ma la loro spensieratezza e sopratutto la loro burinaggine li rende estremamente orecchiabili e super estivi. Come non citare Fotografia feat. Fabri Fibra & Francesca Michielin, che deve recentemente aver contratto la sindrome di Ariana Grande dato che non riesco a capire una singola parola di quello che canta nel ritornello.

 

Risultati immagini per evergreen calcuttaRisultati immagini per lorenzo fragola bengala

Continuando a parlare della Michielin, mi si accappona la pelle al solo pensiero che possa aver ispirato canzoni come Nuda Nudissima nel nuovo album di Calcutta, EVERGREEN. È da quando girano le voci su un’ipotetica relazione trai due che continuo ad immaginarli unti e paonazzi a fare l’amore su un materasso smollato in Piazza Maggiore e so che non è okay ma sapete cos’altro non è okay? Questo secondo disco del king dell’indie italiano. Eccetto i singoli estratti fino ad ora, il resto della tracklist è insulso ed insapore, senza alcun pezzo che spicchi in particolare. E non sono nemmeno riuscito a trovare una caption buona per le mie foto di instagram, il che è allarmante dal momento che “ricordami, le olive sono buone?” è stata la mia bio su qualsiasi social esistente per lunghissimo tempo. Ma è quando una vecchia Suprema si indebolisce, che una nuova comincia a crearsi: se Calcutta mi ha un po’ deluso col suo ultimo lavoro discografico, Lorenzo Fragola è stato invece in grado di spiazzarmi. Il suo BENGALA ci ha presentato un sound tutto nuovo ed un’estetica da malandrino rizzacazzi che gli calza a pennello, sancita dalla collaborazione con Gazzelle in Super Martina, ovvero la sfacciata ode al sexting di cui tutti avevamo bisogno.

 

Risultati immagini per george ezra staying at tamarasRisultati immagini per james bay electric lightRisultati immagini per tranquility base hotel & casino

Sentite l’odore di tè, biscotti e antieuropeismo? Siamo finalmente arrivati in Regno Unito ed è qui che colgo l’occasione per segnalarvi il nuovo disco di George Ezra, STAYING AT TAMARA’S, e l’unico motivo per cui lo faccio è perché ho una cotta per lui da circa quattro anni. Le sue canzoni, dolcemente noiose, sono comunque capaci di farti trascorrere un tranquillo pomeriggio seduto nell’unico bar del paesino in cui sei cresciuto evitandoti persino di pensare al suicidio per più di tre volte (sì, mi è successo sul serio). Degno di nota è anche ELECTRIC LIGHT, del connazionale James Bay, e il meraviglioso primo singolo estratto da esso, Wild Love. Quanto a TRANQUILITY BASE HOTEL & CASINO, invece…

 

Risultati immagini per ISOLATION KALI UCHISRisultati immagini per DIRTY COMPUTER JANELLE MONAERisultati immagini per HAYLEY KIYOKO EXPECTATIONS

Ma eccoci giunti alla parte più attesa: 10 dischi tutti  femminili e tutti abbastanza pazzeschi. Come è noto dall’alba dei tempi, le donne riescono sempre alla perfezione in tutto ciò che fanno ed io sono onorato di portare alla vostra attenzione questi meritevoli esempi. Kali Uchis, innanzitutto, che col suo album di debutto ISOLATION ci ha regalato perle quali Tyrant, Miami o Nuestro Planeta, spaziando con eleganza e grazia da un genere all’altro senza la minima difficoltà e mantenendo sempre un’aesthetic invidiabile. Janelle Monáe, in secondo luogo, nonché  la vera regina dell’estetica di questi tempi: il suo DIRTY COMPUTER è un portento sia dal punto di vista musicale sia per quanto riguarda i visual che ha proposto per le tracce del disco. Tutti i pezzi, da Django Jane a Pynk, da Screwed a I Got The Juice, godono di un sound e di un attitude inconfondibile e si configurano come veri e sfacciati inni alla bisessualità. Esponente LGBT è anche la terza cantante che muoio dalla voglia di consigliarvi, Hayley Kiyoko. Il suo EXPECTATIONS è un delizioso viaggio personale attraverso la pelle ed il profumo di tutte le donne che le hanno fatto perdere la testa, tenendoci sempre a specificare quanto l’amore che lei è in grado di offrire sia superiore a quello di cui sono capaci gli uomini. La giovane cantante ha anche recentemente espresso una critica piuttosto negativa nei confronti di Girls, il singolo di Rita Ora, Charli XCX, Bebe Rexha e Cardi B che, originariamente convinte di aver concepito una Lady Marmalade 2.0, hanno poi realizzato che fingersi lesbiche per far arrapare i maschietti etero a casa non è stata affatto una mossa astuta.

Risultati immagini per speak your mind anne marie

Ora che il discorso è impostato sulla categoria “artisti britannici irrilevanti“, mi sento in dovere di citarvi anche Anne Marie. Il suo SPEAK YOUR MIND è così tremendamente monotono che potrebbe sicuramente piacere ad almeno un terzo di voi. L’unica nota positiva è che il disco contiene sia Ciao Adios che Alarm che Friends che Rockabye, tutte tracce che hanno permesso ai nostri rinsecchiti culetti di muoversi a tempo negli ultimi mesi, e anche 2002, in cui cita Britney Spears e condivide con il suo pubblico i vividi ricordi di quando limonava coi maschietti nei boschi a 11 anni. AH, LE NUOVE GENERAZIONI.

 

Risultati immagini per tove styrke sway

Risultati immagini per heavy rules alma

Billie Eilish - Don't Smile at Me.png

Ma parlando di nuove generazioni, ecco che mi vengono spontanei altri tre nomi oltremodo pazzeschi. Tove Styrke, classe ’92, bellissima biondona svedese che ha appena rilasciato una delizia 100% pop dal titolo SWAY, in cui il singolo che dà il titolo all’album è pressoché una benedizione divina. Alma, classe ’96, una cazzutissima finlandese dai capelli fluo che ha appena rilasciato un mixtape dal titolo HEAVY RULES in cui si dà della leggenda da sola (Legend) e, molto onestamente, confessa di non avere molto da dare oltre all’amore e ai vestiti Gucci tarocchi (Fake Gucci). Billie Eilish, classe (AGUZZATE LA VISTA) 2001 (sì, 2 0 0 1), con l’EP di debutto DON’T SMILE AT ME risalente alla scorsa estate ed un’espressione facciale sempre al limite tra l’annoiato a morte e l’impasticcato, ha conquistato mezzo mondo e con all’attivo pezzi come Copycat, Ocean Eyes e Bellyache a nemmeno 18 anni si prepara a seminare il panico nell’industria musicale.

 

Risultati immagini per jessie j rose cover

Risultati immagini per kacey musgraves golden hour

Risultati immagini per tinashe joyride

Come terminare questa lista di dischi -più o meno- consigliati senza citare il ritorno di Jessie J dall’esilio in Cina. La cantante, dopo aver compiuto la poracciata più grande della sua carriera partecipando & vincendo il talent show Singer 2018 che la vedeva in competizione con una sfilza di cantanti asiatici affermati, ha rilasciato il quarto album R.O.S.E. dividendolo in quattro parti: Realisations, Obsessions, Sex ed Empowerment. La cantante britannica ci offre un sound molto diverso rispetto alle adorabili silly pop songs a cui ci aveva abituati, con un modo diversissimo di usare la voce, più profondo ed intimo, sexy e crudo, ma ancora sublimato dalle sue memorabili doti canore. Nel caso in cui, invece, nutriste un’implacabile attrazione nei confronti dei cowboys e steste sentendo la mancanza della Taylor Swift delle origini, quella presumibilmente vergine che trascorreva i pomeriggi a scrivere poesie d’amore da tramutare poi in canzoni country, GOLDEN HOUR di Kacey Musgraves è il disco che fa per voi. Joyride di Tinashe, infine, con pezzi come Stuck With Me, No Drama e Me So Bad, è tutto ciò di cui avete bisogno per scatenare la ragazza del ghetto che risiede in voi e siete costretti a soffocare per conformarvi alle convenzioni della società.

Spero che questo elenco di dischi possa aiutarvi a superare la sessione e, se ancora non frequentate l’università, non l’avete mai frequentata o ormai è solo un lontano ricordo, a trascorrere un’estate all’insegna del divertimento e soprattutto della buona musica. Fatemi sapere che pensate dei miei consigli contattandomi su twitter (qui) o su instagram (qui), un baci8 🌹

 

About Ribster 36 Articoli
HEY! io sono ribster e siccome amo alla follia esprimere giudizi su argomenti che non mi competono, ho deciso di iniziare a farlo direttamente su un blog! se avete voglia di leggermi sparare a zero sui vostri artisti preferiti e volete scaricare la tensione insultandomi, SONO QUI!
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: