Femminismo e religione nel video “God is a Woman” di Ariana Grande

Tempo per la lettura: 2 minuti circa

Ariana Grande continua la promozione del suo ultimo album Sweetener, e lo fa con un brano già tacciato di blasfemia e un video ricco di simbolismi.

Ariana Grande prosegue nella Sweetener Era con un nuovo brano!

Dopo aver rilasciato il brano apripista No Tears Left To Cry e la collaborazione promozionale con Nicki Minaj, The Light is Coming, ecco spuntare il secondo singolo ufficiale.

Si tratta di God is a Woman, che si contraddistingue per le sonorità pop ed hip hop, con influenze trap e reggae. Il brano è stato scritto da Ariana Grande insieme all’hit maker Max Martin e prodotto dalla svedese Ilya Salmanzadeh, che aveva già collaborato con la minipony per i suoi precedenti lavori.

Come si può immaginare, la traccia ha già attirato su di sé parecchie critiche per il titolo ritenuto blasfemo, probabilmente con il rilascio della clip ufficiale queste potrebbero aumentare, ma a chi interessa davvero?

Il brano è un inno al femminismo e il video è pieno di simboli, anche religiosi, introdotti da uno scenario spaziale.

La scena iniziale vede infatti Ariana Grande al centro dell’universo, per poi trovarla subito dopo immersa in un brodo primordiale, dalla forma vagamente vaginale, e che un po’ ricorda alcuni frame di Born This Way di Lady Gaga.

Interessante è la parte dove alcuni haters lanciano offese contro la cantante, venendo rappresentati fuori come sono in realtà dentro: dei piccoli uomini.

C’è poi una scena che ha già fatto impazzire tutti su internet, in cui Ariana Grande saltella come se fosse Eva nel giardino dell’Eden e alla fine si ferma e le si gonfia la pancia, come se volesse già anticipare al mondo una sua ipotetica gravidanza.

Molto bella anche la parte finale, che rappresenta la “Creazione di Adamo” di Michelangelo, con Ariana Grande al posto di Dio che si protende verso Eva.

Nel video è presente anche un cameo di Madonna. Se non siete riusciti a vederla non siete ciechi ma semplicemente la regina del pop ha partecipato recitando un verso di Ezechiele, tratto dalla Bibbia ma rivisitato in chiave girl power.

E ti colpirò con grande vendetta e rabbia furiosa, a quelli che cercano di avvelenare e distruggere le mie sorelle. E saprai che il mio nome è il signore quando lascerò la mia vendetta su di te.

God is a Woman è la traccia numero 5 di Sweetener, quarto studio album di Ariana Grande, in uscita il prossimo 17 Agosto. Cosa ne pensate del video ufficiale? Fatecelo sapere nei commenti!

 

Image: Republic

About G-Rated 176 Articoli
Classe '89, architetto con le cuffie nelle orecchie, la passione per i dolci e le serie tv. Pigro senza speranza ed inguaribile procrastinatore.
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: